Programma Scolastico 2019/2020

Colore e voce delle emozioni

“A volte le parole non bastano,
allora servono i colori e le forme e le note e le emozioni…”
Alessandro Baricco

La Scuola dell’Infanzia è uno dei principali ambiti, in cui i bambini costruiscono, la propria storia personale e sperimentano le relazioni con gli altri, proprio attraverso le emozioni e i primi sentimenti.

Spesso i bambini reagiscono agli eventi esterni senza rendersi conto di ciò che scatta veramente dentro di loro. Possiamo aiutarli a riconoscere e a comprendere il proprio stato d’animo mettendoli in grado di capire le proprie reazioni, siano esse negative o positive. E’ importante far riconoscere le proprie emozioni per imparare a controllarle, affinché possano crescere persone equilibrate, in grado di comunicare ed esprimere ciò che sentono, mitigando le reazioni negative che portano spesso ad aggressività o situazioni frustranti di eccessiva vergogna.

Parlare con i bambini di ciò che provano loro e di ciò che proviamo noi, li aiuterà a capire che è normale essere tristi, arrabbiati, felici o spaventati. Avendo la possibilità di essere compresi, capiti e per questo accolti dagli altri. Il ruolo educativo che l’adulto svolge nello sviluppo affettivo di un bambino è determinante: il suo atteggiamento, le sue aspettative, le parole, la fiducia che ripone nelle sue capacità, possono avere un gran peso nella crescita, sostenendo o impedendo, facilitando o ostacolando qualsiasi azione conoscitiva.

FINALITÀ GENERALI

Prendere coscienza delle proprie ed altrui emozioni e saperle esprimere/comunicare, sia con le parole che con altri linguaggi : gestuale, grafico. Promuovere modalità di relazione all’interno di un gruppo orientate alla collaborazione, all’aiuto reciproco, al rispetto delle persone e delle cose.

OBIETTIVI GENERALI

  • Imparare a riconoscere ed esprimere le proprie emozioni, attraverso varie situazioni che si creano all’interno dell’ambiente scolastico;
  • Rendere il bambino protagonista della sua storia attraverso il racconto di ciò che prova;
  • Conoscere e discriminare le emozioni fondamentali, dando loro un nome
  • Comprendere che le emozioni degli altri sono diverse dalle proprie e perciò vanno rispettate;
  • Saper utilizzare il proprio corpo per esprimere sentimenti ed emozioni;
  • Riconoscere le varie espressioni del viso, verbalizzando il significato della mimica delle emozioni.

Tutto questo aiutando il bambino ad affrontare, in modo adeguato, le situazioni relazionali che potrà incontrare nella vita di tutti i giorni, ed esprimerle attraverso attività motorie, di gruppo, ludiche, grafico-pittoriche, linguaggio verbale e non, storie e racconti, materiale didattico, video…stando insieme agli altri, divertendosi nel reciproco rispetto.